Vacanze di Natale & Co: i top film girati a Cortina


Le Dolomiti venete: cornice ideale per film ad alto tasso di emozioni

Tutelate dall’UNESCO, le Dolomiti, le catene montuose che circondano Cortina, sono universalmente famose per il loro caratteristico colore, dovuto alla particolare composizione a base di conchiglie, coralli e alghe calcaree (sino a 250 milioni di anni fa al loro posto c’era un mare tropicale!), nonché per le splendide vette che gli agenti atmosferici, nel corso di milioni di anni, hanno trasformato ne “la più bella opera architettonica al mondo”, come le ha definite Le Corbusier, uno dei più celebri architetti del ‘900.
L’inizio della fortuna turistica di Cortina si deve, con il diffondersi dell’alpinismo alla fine dell’800, alla nobiltà e alta borghesia austriaca, inglese e francese che, rimanendo rapita dai suoi meravigliosi paesaggi, diede il via al passaparola che la renderà in pochi anni meta prediletta del jet set internazionale.

Sono proprio questi due aspetti contrastanti di Cortina, la mondanità e la bellezza delle sue vette e paesaggi naturali, che l’hanno resa il set ideale per tante ed importanti produzioni cinematografiche. Andiamo alla scoperta dei film cult che vedono Cortina protagonista e delle location dove sono state girate alcune delle scene più famose della storia del cinema.
(in ordine cronologico)

Le Cinque Torri in roccia Dolomia

Le Cinque Torri in roccia Dolomia

Pink Panter (1963)

La Pantera Rosa, deliziosa commedia romantica anni ’60 che vede protagonista l’Ispettore Clouseau (Peter Sellers) a caccia del ladro gentiluomo la Primula Rossa (David Niven), vale davvero la pena di essere vista per i suoi titoli di testa, tra i più belli della storia del cinema, la colonna sonora a cura di Henry Mancini (autore anche della stupenda Moon River, cantata da Audrey Hepburn in Colazione da Tiffany) e una magnifica Capucine (pseudonimo di Germaine Hélène Irène Lefebvre, attrice e modella “maledetta” che oscura totalmente Claudia Cardinale), più affascinante che mai vestita da Yves Saint Laurent.

Pantera Rosa Cortina Veneto Secrets Per metà girato a Cortina, il film vede protagonista assoluto l’Hotel Cristallo, nelle cui camere e zone comuni si consuma (anche se molte scene d’interni sono state ricreate in studio per comodità di inquadrature e luci) la commedia degli equivoci tra scambi di camera, appostamenti sul balcone e fughe rocambolesche.
Lo chalet dove alloggia Claudia Cardinale è invece Casa Menardi, come racconta questo breve documentario, realizzata dal celebre architetto Edoardo Gellner per l’albergatore Leo Menardi proprio accanto al Cristallo, l’hotel aperto dalla sua famiglia nel 1901, mentre gli interni sono stati ricostruiti in studio a Roma riprendendo tutti i dettagli originali dell’arredo della casa, come il grande caminetto.
La Pantera Rosa è sicuramente uno dei film che meglio ha catturato la Dolce Vita anni ’60 di una Cortina ancora “ignara” di quel turismo di massa che avrebbe conosciuto negli anni a venire.

Ph. Credits Cristallo, a Luxury Collection Resort & Spa

Ph. Credits Cristallo, a Luxury Collection Resort & Spa

A Place for Lovers (1968)

Una splendida Faye Dunaway 27enne e un maturo Marcello Mastroianni (incredibile come è cambiato lo stereotipo del sex symbol maschile dagli anni ’60 ad oggi!) sono i protagonisti del film A Place for Lovers, banalmente tradotto col titolo “Amanti” nella versione italiana, un melodramma ambientato tra Treviso (Villa Barbaro di Maser, Asolo, il centro di Treviso…) e Cortina. Nonostante la lentezza e le pecche della sceneggiatura, il film è una chicca che piacerà agli amanti del cinema retro oltre che per l’intensa interpretazione della Dunaway, per gli outfit della grande costumista Theadora Van Runkle (colei che ha inventato lo stile Bonnie & Clyde nel film cult del ‘67) e per una struggente Cortina da cartolina. “The place for lovers” del titolo è infatti Cortina stessa, luogo dove consumare, grazie al suo paesaggio crudele e romantico al tempo stesso, gli ultimi intensi attimi di un amore destinato a non durare.

A Place for Lovers Cortina Veneto Secrets

Molte scene del film sono girate nel centro di Cortina tra Piazza Roma, la Basilica di SS. Filippo e Giacomo e le vetrine del celebre negozio di moda Bredo che ancora oggi, insieme a Franz Kraler, sono i due indirizzi cult per le fashion addicted.
Nelle scene conclusive, si vede, invece, l’aeroporto di Fiames ed il Rifugio Monte Lagazuoi sulla vetta dell’omonimo Monte Lagazuoi sopra il Passo Falzarego, dove oggi si può provare la sauna più alta delle Dolomiti!

Il centro di Cortina con il suo Campanile simbolo

Il centro di Cortina con il suo Campanile simbolo

007 Solo per i Tuoi Occhi (1981)

Nella lussuosa Cortina non poteva non essere stato girato anche un film di 007, la spia più famosa del mondo, interpretata da Roger Moore che in Solo per i Tuoi Occhi alloggia all’Hotel Miramonti nella camera N. 300. Per quasi metà girato a Cortina, lo spy-movie è forse il film che meglio descrive le meravigliose piste da sci e l’incredibile varietà di sport invernali che qui si possono praticare.

007 Solo per i tuoi Occhi Cortina Veneto Secrets

James Bond, dopo una passeggiata con la tradizionale slitta trainati da cavalli e una visita allo Stadio Olimpico del Ghiaccio, nella scena clou è, infatti, protagonista di uno degli stunt più famosi della storia del cinema. Inseguito sulle piste da sci da alcune motociclette guidate da spie nemiche, Roger Moore sale sulla Funivia Tofana – Freccia del Cielo per poi lanciarsi dal Trampolino Olimpico costruito per le Olimpiadi del ’56 (oggi in disuso), ritrovandosi a volare sopra una tavolata di turisti al Rifugio Mietres per poi scendere a velocità folle sulla pista da bob (chiusa per il momento) sino a seminare il nemico.
Quando, tornato allo Stadio del Ghiaccio, la Bond Girl di turno gli chiede perché ci abbia messo tanto a tornare da lei, risponde con tipico umorismo inglese: “Bè ho preso la Panoramica!”.

09122017-L1270331

Vacanze di Natale (1983)

Ed eccoci al mito, Vacanze di Natale, un film che nasce come commedia, ma che fa davvero riflettere (il romanticismo di fondo che si respira oggi è raro anche nei film più impegnati!) e non manca di commuovere grazie ad una colonna sonora davvero indimenticabile con le track più mitiche degli anni ’80 da I Like Chopin di Gazebo a Moonlight Shadow di Mike Oldfield.

Vacanze di Natale Cortina Veneto SecretsProtagonisti sono ancora una volta i grand hotel di Cortina, dall’Hotel Cristallo (la battuta «Via della Spiga-Hotel Cristallo di Cortina 2 ore, 54 minuti e 27 secondi. Alboreto is nothing» è entrata nella leggenda), all’Hotel Miramonti, sino al centralissimo Hotel de la Poste di Piazza Roma dove la compagnia di ragazzi aspetta Mario Marchetti (un giovanissimo Claudio Amendola) per andare a sciare.

Hotel de la Poste

Hotel de la Poste

Dopo aver solcato le piste, la Baita dove entrano Christian de Sica e Karina Huff, ed in seguito Amendola si ferma a mangiare con gli amici, è Baita Piè Tofana, all’epoca ancora un bar bordo piste, oggi diventato un ristorante di charme pur avendo mantenuto il suo fascino deliziosamente vintage, sicuramente uno dei migliori di Cortina.
Ma la star assoluta del film è il Vip Club, la discoteca di Corso Italia sotto l’Hotel Europa dove suona Billo (Jerry Calà), teatro degli incontri con Ivana (Stefania Sandrelli) e di mille storie d’amore, entrato nel mito grazie al successo di Vacanze di Natale ed ancora oggi centro indiscusso della vita mondana di Cortina.
Un film indimenticabile, fotografia di un’epoca, che ha avuto poi due seguiti, girati sempre a Cortina, Vacanze di Natale del 2000 (dimenticabile) e Vacanze di Natale a Cortina del 2011 (godibile).

Baita Piè Tofana

Baita Piè Tofana

Cliffhanger (1992)

Per chi ama i film d’azione anni ’90 e Sylvester Stallone, Cliffhanger è sicuramente una garanzia. Ambientato nelle montagne rocciose americane, ma in realtà girato per lo più nelle Dolomiti, il film si apre con la celebre scena dell’escursione ad alta quota girata sulle Torri del Vajolet nel gruppo Catinaccio.

Cliffhanger Cortina Veneto SecretsIl film è anche entrato nel Guinness dei Primati per lo stunt aereo più costoso (1 milione di dollari!) mai eseguito: la pericolosissima scena in cui l’agente corrotto salta da un jet all’altro a 4.572 metri d’altezza è stata realizzata, infatti, dal famoso stuntman Simon Crane senza l’ausilio di dispositivi di sicurezza o della computer grafica.
Tra gli altri bellissimi panorami ampezzani, troviamo il torrente Boite, a Fiames, dove si trova la baita dove abita Jessie (Janine Turner), e l’arrivo della funivia del Monte Faloria con vista sul massiccio delle Tofane e della Croda da Lago.
Una delle scene più spettacolari è invece stata girata al Rifugio Lorenzi (chiuso al momento), sul sentiero Dibona, dove si trova il ponte sospeso di 30 m. sul Monte Cristallo, saltato davvero in aria per esigenze di scena e poi ricostruito al termine delle riprese.

31122015-L1080724

Point Break (2015)

Remake del capolavoro assoluto Point Break del 1991 della regista Katherine Bigelow con la meravigliosa coppia Keanu Reeves-Patrick Swayze, il film, anche se non regge il confronto con l’originale, è da guardare per la bellezza delle scene che vedono come protagonisti gli sport più estremi.

Point Break Cortina Veneto SecretsQuesta volta, il giovane agente dell’FBI Johnny Utah é, infatti, un ex atleta che si deve infiltrare in un’organizzazione criminale i cui membri sono dediti ad ogni sorta di disciplina adrenalinica: dal B.A.S.E. jumping al wingsuit flying.
Cortina è protagonista di due scene di grande azione: durante l’inseguimento più emozionante del film Johnny (Luke Bracey) si lancia sul tetto della Funivia Tofana – Freccia nel Cielo, mentre nelle scene finali, quando Bodhi e i suoi compagni tentano il colpo alla miniera d’oro, le riprese della corsa con le motociclette sono girate lungo alcuni sentieri panoramici in zona Col dei Bos vicino a Passo Falzarego.

31122015-L1080719

Star Wars: The Last Jedi (2017)

Star Wars: Gli ultimi Jedi (Star Wars: The Last Jedi) è l’ottava pellicola della saga di Guerre Stellari ed il secondo film della trilogia sequel ambientato dopo gli accadimenti de Il risveglio della Forza del 2015. Prodotto dalla Lucasfilm e distribuito dalla Walt Disney Studios Motion Pictures, è stato girato tra Auronzo di Cadore e Misurina dove si trovano due tra i panorami più grandiosi delle Dolomiti venete: la vista sull’omonimo lago e l’imponente complesso delle Tre Cime di Lavaredo.

Vista sul lato Sud delle Tre Cime di Lavaredo

Vista sul lato Sud delle Tre Cime di Lavaredo

Il set di Star Wars ha interessato due zone particolarmente significative dove la forza scorre potente, custode di una storia tragica e mai dimenticata: si tratta del Monte Piana, un altipiano a 2324 m teatro di duri combattimenti durante la guerra del ’15-’18, oggi diventato Museo Storico all’aperto della Prima Guerra Mondiale, e il Rifugio Locatelli a 2.405 m. da cui si gode di una meravigliosa vista sulle Tre Cime di Lavaredo.
Sicuramente due tra i luoghi più magici delle Dolomiti venete che offrono passeggiate ed escursioni di ogni livello e difficoltà che vi resteranno scolpiti nel cuore.

(Se avete informazioni riguardo ad altre location di questi film, potete scrivere a press@venetosecrets.com. Grazie e May the Force be with you!)

Il lago innevato di Misurina

Il lago innevato di Misurina

Altri articoli

Vigneto dei Salumi - Veneto Secrets
Vigneto dei Salumi (VR)
15 gennaio 2018
DSCF4783
Ad Asolo tra Pop Art e la nuova torre dai cento orizzonti
14 gennaio 2018
Fornace Orsoni - Veneto Secrets
Fornace Orsoni (VE)
7 gennaio 2018
L'Artigliere - Veneto Secrets
L’Artigliere (VR)
2 gennaio 2018
Malga Rin Bianco - Veneto Secrets
Malga Rin Bianco (BL)
23 dicembre 2017
Natale - Veneto Secrets
Hygge: l’arte del Natale (felice) in Veneto
21 dicembre 2017
Hosteria Il Padovanino - Veneto Secrets
Hosteria Il Padovanino (PD)
21 dicembre 2017
Baita Piè Tofana - Veneto Secrets
Baita Piè Tofana (BL)
14 dicembre 2017
San Brite - Veneto Secrets
SanBrite (BL)
14 dicembre 2017