Venezia: Storie di Moda a Palazzo Nani Bernardo


Un viaggio nella storia della moda e del costume della Venezia aristocratica dal ‘300 ad oggi. Il cinquecentesco Palazzo Nani Bernardo, situato di fianco a Ca’ Rezzonico e proprio di fronte a Palazzo Grassi, è infatti una delle pochissime residenze affacciate sul Canal Grande di proprietà (ed abitato) della stessa famiglia da svariate generazioni, custode dell’affascinante e raffinata atmosfera della Venezia più autentica racchiusa nelle sue stanze e saloni tutti superbamente arredati con mobili originali d’epoca.

Il Palazzo fu fatto costruire alla metà del ‘500, durante il periodo di transizione tra Rinascimento e Barocco, dalla famiglia Bernardo su progetto dello scultore e architetto trentino Alessandro Vittoria, che nel 1543 entrò nella bottega veneziana di Jacopo Sansovino collaborando alla realizzazione delle sculture della Libreria Marciana (1550), autore del progetto architettonico di molte celebri residenze tra cui Palazzo Balbi. In origine la facciata principale dell’edificio, interamente affrescata, era quella posta di lato davanti al giardino situato ove oggi sorge Ca’ Rezzonico. Proprio in seguito alla costruzione di questo palazzo di fronte all’ingresso principale, gli antenati degli attuali proprietari furono costretti a modificare la disposizione del palazzo e, grazie alla demolizione di alcune case limitrofe, crearono un nuovo giardino all’italiana dandogli la nuova ed armonica impostazione che è rimasta invariata sino ad oggi.

Il giardino, oltre che per essere uno dei più grandi privati di Venezia, è celebre tra i “secret gardens” della città lagunare per le sue piante centenarie, come la palma più alta della città e il magnifico glicine che risale ai primi dell’Ottocento, un vero splendore ad aprile quando raggiunge il culmine della fioritura.

Oggi, il secondo piano nobile del Palazzo, con le sue pareti rivestite di lampassi dipinti a mano e damaschi antichi, lampadari di Murano, lumi di cristallo di Boemia, quadri, specchiere, e rari oggetti d’antiquariato provenienti da tutto il mondo, è visitabile su appuntamento: uno straordinario viaggio nel tempo che vi riporterà alla magia della Venezia settecentesca dei suntuosi banchetti e dei balli fiabeschi. All’ultimo piano è, infatti, allestita l’esposizione “Storie di Moda”, realizzata in collaborazione con l’Atelier Pietro Longhi, che narra la storia di Venezia attraverso 22 abiti, dal 1300 al 1910, perfette riproduzioni storiche che raccontano 600 anni di splendore della Serenissima e il lavoro degli abili artigiani che hanno creato nei secoli così tanta bellezza.
Visitabile su prenotazione, offre l’occasione unica di conoscere la vera storia della moda di Venezia (…perchè anche la “moda” è stata inventata) in compagnia di una “guida” d’eccezione, l’Art Director dell’Atelier Pietro Longhi ed esperto di storia del costume Raffaele Dessì.

IL SEGRETO

Nel magnifico giardino del Palazzo, incluso nel bellissimo libro “Guida ai Giardini di Venezia” di Mariagrazia Dammicco e Gabriele Kostas, La Toletta Edizioni, è stato girato il film Casanova del 2005 con protagonista l’attore Heath Ledger.

L’Esposizione Storie di Moda

Info Utili:

Palazzo Nani Bernardo
Calle San Bernardo
30123 Venezia
+39 335 8333740

Pietro Longhi
Storie di Moda
Per info e prenotazioni:
+39 041 714478

Altri articoli

Cantina Nino Franco & Villa Barberina - Veneto Secrets
Cantina Nino Franco & Villa Barberina (TV)
14 luglio 2017
17062017-L1220097
Itinerari in Veneto: i viaggi on the road più indimenticabili
12 luglio 2017
07072017-L1220498-2
MET Restaurant & Rose Room di Raptus & Rose (VE)
12 luglio 2017
Casera Le Rotte - Veneto Secrets
Casera Le Rotte (TV)
12 luglio 2017
Locanda San Vigilio - Veneto Secrets
Locanda San Vigilio (VR)
4 luglio 2017
Antinoo's Lounge & Restaurant - Veneto Secrets
Antinoo’s Lounge & Restaurant (VE)
25 giugno 2017
Marisa Convento - Veneto Secrets
Marisa Convento (VE)
22 giugno 2017
Tenuta Le Cave - Veneto Secrets
Tenuta Le Cave (VR)
20 giugno 2017
Vecchia Malcesine - Veneto Secrets
Vecchia Malcesine (VR)
19 giugno 2017